Le idee valgono per quello che costano, non per quello che rendono: la sfida sul valore della politica

July 25, 2019

 

L’esperienza di SiPuò non si esaurisce con “l’avventura" 
elettorale della primavera scorsa: la condizione della nostra città e la complessità di questo tempo politico richiedono più che mai l’impegno dei progressisti ed, in generale, di uomini e donne di buona volontà che scommettano sul valore della politica e sul recupero del bene comune, che non è un luogo da occupare e presidiare ma “un equilibrio sempre nuovo e più avanzato da realizzare”.

 

Le emergenze sociali ed ambientali, le questioni urbanistiche, la città della cultura e dell’accoglienza sono frammenti della nostra proposta programmatica. Essa rappresenta la bussola dell’impegno per il Capoluogo e del confronto con altri testimoni della vicenda politica e non soltanto di quella cittadina. Vogliamo dunque accrescere una possibilità di ripresa e soprattutto offrire un’occasione di futuro alle nuove generazioni .

Si Può non si sottrarrà, nelle istituzioni e nella società, ad una sfida sull’intelligenza e la responsabilità della politica, sul dovere di migliorare, almeno un po’, la vita delle persone.

 

Si tratta di continuare il lavoro intelligente che negli anni scorsi hanno avviato Giancarlo Giordano, Francesca Di Iorio, Nadia Arace e tante personalità avellinesi che a mani nude hanno lottato per traguardi di giustizia.

Nelle scorse settimane abbiamo incrociato il messaggio e l’impegno di altri protagonisti, penso ad esempio ai componenti dell’associazione Controvento, di rappresentanti di culture e generazioni diverse, di persone che credono e continuano a cercare un’Avellino più democratica, più colta e più gentile. Abbiamo camminato insieme a chi, ogni giorno, difende fino in fondo un ideale di politica vissuta come rischio e passione.

 

Nell’esperienza di Si Può si sono riconosciuti rappresentanti della sinistra storica in tutte le sue espressioni, dell’ambientalismo, del cattolicesimo democratico e tanti cittadini che non si accontentano di veder “amministrare il contingente”, troppo spesso con scarsi risultati, che non cercano la vittoria ad ogni prezzo, che sanno che “le idee valgono per quello che costano non per quello che rendono”.

 

La città è stata chiamata a scegliere, al turno di ballottaggio, tra aggregati di potere espressivi degli interessi di sempre, di chi ha ridotto la nostra città nell’attuale degrado. Il messaggio di Si Può ha guadagnato simpatia ed attenzione ma la sfida è lunga e faticosa, richiede ancora impegno e coraggio. Serve realizzare una rete di intelligenze e solidarietà, bisogna mobilitare una fetta sempre più larga di comunità, di gente che viva la politica con gratuità e responsabilità.

 

Il nostro impegno non si consumerà soltanto nelle mura domestiche, è tempo di alzare lo sguardo, di provare a rispondere ad interrogativi epocali che ormai segnano il nostro quotidiano.


Il farsi di una cultura della fratellanza ed i rischi di nuovi conflitti, l’idea di un’Europa più “sociale”, la critica dell’autoritarismo vecchio e nuovo, il rispetto della legalità : sono alcuni temi di un itinerario di impegno per Si Può e per tutti coloro che lavorano ad un’alternativa all’esperienza del governo giallo-verde. L’obiettivo essenziale è ridare senso e valore alla democrazia che è sempre più esangue, ostaggio degli interessi di pochi, e che rischia di essere travolta da rancori e paure, da troppe miserie e rare grandezze.

Non so se la nostra città riuscirà in tempi brevi ad uscire dalla decadenza che ne ha segnato gli ultimi anni ed in Irpinia, per esprimere dunque “un’originale provocazione” per il centrosinistra, per il suo possibile rilancio e rinnovamento.

So che al lavoro compiuto, anche a quello della recente campagna elettorale, si guarda sempre con senso di inappagamento, proprio per questo la politica è in fondo, per tutti noi, una inesausta battaglia ideale!

Si tratta allora, anche per Si Può, di non rimanere impietriti alle nostre certezze, di spalancare porte e finestre, di provare ancora, con umiltà e pazienza, a costruire una città nuova più ricca di memoria e di futuro, di alimentare la speranza di una comunità carica di valore e di vita.
 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Chiacchiere e tabbacchere 'e ligno, 'o bbanco 'e Napule nun s'impegna

September 14, 2019

1/10
Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

© 2017 by SiPuò Avellino. Powered by Nicolab Creative Studio

  • YouTube Social  Icon
  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon